DIFESA

 
 
 

Difesa: la Cina intraprende nuove esercitazioni militari vicino allo Stretto di Taiwan

Pechino, 18 set 07:23 - (Agenzia Nova) - Le Forze armate della Cina hanno intrapreso oggi, 18 settembre, nuove esercitazioni militari vicino allo Stretto di Taiwan. Lo ha reso noto il portavoce del ministero della Difesa cinese Ren Guoqiang, secondo cui le esercitazioni coinvolgono il Comando del Teatro orientale dell'Esercito popolare di liberazione (Pla). "Si tratta di un'azione ragionevole e necessaria dettata dalla situazione attuale nello Stretto di Taiwan e dalla protezione della sovranità nazionale e dell'integrità territoriale", ha spiegato Ren, sottolineando che Taiwan è un affare puramente interno della Cina che non ammette interferenze straniere. "Recentemente le autorità degli Stati Uniti e del Partito democratico progressista di Taiwan (Dpp) hanno intensificato la loro collusione, turbando l'ordine nella regione", ha detto Ren. "Cercare di usare Taiwan per controllare la Cina o fare affidamento sugli stranieri per ricostruirsi è un intento destinato al fallimento. Quelli che giocano con il fuoco si bruceranno", ha aggiunto. L'annuncio della Cina è arrivato mentre il sottosegretario agli Affari economici degli Stati Uniti Keith Krach è ha iniziato la sua visita a Taiwan, che durerà fino a domani.

Taiwan ha lamentato una forte intensificazione dell'attività militare cinese nel suo spazio aereo e nelle acque vicine nelle ultime settimane: azioni che secondo Taipei sono tentativi di Pechino per convincere Taiwan ad accettare la sovranità cinese. L'ultima incursione risale al 16 settembre quando due aerei antisommergibili cinesi sono volati nella zona di identificazione della difesa aerea di Taiwan e sono stati invitati ad uscirne dall'Aeronautica militare dell'Isola. Lo riferisce il ministero della Difesa taiwanese. Il ministero della Difesa di Taiwan ha detto che i due aerei antisommergibili cinesi hanno volato nello spazio aereo a sud-ovest e hanno ricevuto avvertimenti verbali via radio. La scorsa settimana, Taiwan ha affermato che la Cina ha effettuato due giorni di esercitazioni di massa al largo della sua costa sud-occidentale, tra l'isola principale e le isole Pratas.

Riguardo alle esercitazioni, il portavoce dell'Ufficio cinese per gli affari di Taiwan, Ma Xiaoguang, ha dichiarato che sono state un'azione necessaria per proteggere la sovranità cinese, ribadendo che l'Isola è una parte "sacra" e inseparabile della Cina. "Le attività di addestramento al combattimento da parte dell'Esercito popolare di liberazione (Pla) sono state un'azione necessaria mirata all'attuale situazione della sicurezza nello Stretto di Taiwan e per salvaguardare la sovranità nazionale", ha detto Ma in una conferenza stampa. Con un probabile riferimento agli Stati Uniti, il principale fornitore di armi di Taiwan e il suo più forte sostenitore internazionale, Ma ha detto che le esercitazioni erano anche finalizzate "all'interferenza delle forze straniere" e agli indipendentisti di Taiwan, non al popolo taiwanese. "Il governo di Taipei sta permettendo alle forze anti-cinesi e occidentali di giocare la carta di Taiwan e diventare una pedina per fermare lo sviluppo della Cina, fomentare l'inimicizia tra le due sponde dello Stretto e cercare l'indipendenza dell'Isola", ha aggiunto. (Cip)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE