GUATEMALA

 
 
 

Guatemala: coronavirus, il presidente Giammattei positivo e con lievi sintomi

Città del Guatemala, 19 set 18:43 - (Agenzia Nova) - Il presidente del Guatemala, Alejandro Giammattei, è stato contagiato dal coronavirus. Lo stesso capo di Stato, in un intervento radiofonico, ha reso noto di essere risultato positivo all’ultimo test al quale si è sottoposto, il sesto dall’inizio dell’epidemia, e ha precisato di avere sintomi lievi: soprattutto dolori muscolari, raffreddore e un po’ di tosse, ma non febbre. Il leader, 64 anni, è affetto da sclerosi multipla e cammina aiutandosi con le stampelle. Resterà in isolamento a casa e lavorerà in videoconferenza. Al momento viene curato con antinfiammatori e analgesici (desametasone, ibuprofene e paracetamolo). Il contagio potrebbe essere avvenuto a Huehuetenango, dove Giammattei si è recato per una visita di lavoro e ha incontrato persone poi risultate positive. Anche il ministro della Cultura e dello sport, Felipe Aguilar, è risultato positivo, secondo quanto riferito dal segretario alla comunicazione del governo. 

Il Guatemala ha registrato 84.344 contagi e 3.076 morti, stando ai dati aggiornati a ieri. Nel Paese centroamericano, che conta circa 16 milioni di abitanti, l’epidemia è emersa il 13 marzo. Pochi giorni dopo sono entrate in vigore le misure di contenimento, ma alla fine di luglio è iniziato un allentamento delle restrizioni, benché oltre metà dei 340 comuni sia in stato di massima allerta. Da ieri sono state riaperte tutte le frontiere terrestri, marittime e aeree. Le persone che entrano nel Paese devono presentare un certificato comprovante che non hanno il coronavirus oppure sottoporsi a un test; è previsto anche un periodo di quarantena. (Mec)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE