LIBIA

 
 
 

Libia: compagnia petrolifera Noc revoca stato di forza maggiore da siti "sicuri"

Tripoli, 19 set 22:24 - (Agenzia Nova) - La National Oil Corporation (Noc), la compagnia petrolifera della Libia con sede a Tripoli, ha revocato lo stato di forza maggiore "dai porti e dai giacimenti petroliferi sicuri". Lo ha reso noto la stessa azienda dello Stato libico. La decisione segue l'accordo raggiunto in Russia tra il vicepresidente del Consiglio presidenziale, Ahmed Maiteeq, e il generale Khalifa Haftar per la ripresa delle operazioni petrolifere nel paese Opec. "Lo stato di forza maggiore viene revocato dai campi e dai porti sicuri", spiega la Noc in un comunicato, precisando che la serrata permane "sui giacimenti petroliferi e sui porti dove è confermata la presenza delle bande della Wagner e di altri gruppi armati che ostacolano le attività e le operazioni della National Oil Corporation". Mustafa Sanallah, presidente della Noc, ha dichiarato: "La nostra principale preoccupazione è avviare la produzione e le esportazioni, tenendo conto della sicurezza dei lavoratori e delle operazioni, oltre a prevenire qualsiasi tentativo di politicizzare il settore petrolifero nazionale". La compagnia ha tenuto a precisare che la gestione degli affari finanziari libici è una "questione politica" che non pertiene alla Noc, assicurando di "lavorare con completa trasparenza sotto la direzione dell'autorità esecutiva per quanto riguarda lo smaltimento di nuove entrate".
(Lit)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE