YEMEN

 
 
 

Yemen: aperti in Svizzera colloqui per scambio prigionieri tra governo e ribelli Houthi

New York, 19 set 18:18 - (Agenzia Nova) - Si sono aperti in Svizzera i colloqui tra gli attori coinvolti nella guerra in Yemen al fine di discutere il rilascio di oltre 1.400 prigionieri. Lo rendono noto le Nazioni unite. Il governo yemenita internazionalmente riconosciuto e i ribelli Houthi sostenuti dall'Iran si sono accordati per uno scambio di circa 15 mila prigionieri come parte di un accordo di pace raggiunto sotto l'egida della Nazioni unite in Svezia nel 2018. Al netto di sporadici scambi di prigionieri, il rilascio di 900 governativi in cambio di 520 Houthi costituirebbe il primo scambio su larga scala dallo scoppio del conflitto nel 2014.
"Il mio messaggio alle parti è: concludete le discussioni, rilasciate i detenuti progressivamente, portate sollievo a migliaia di famiglie yemenite", ha scritto su Twitter l'inviato speciale Onu in Yemen Martin Griffiths. Tra i prigiorieri da rilasciare figurerebbe anche il generale Nasser Mansour Hadi, detenuto presumibilmente dalla fine del 2014 dagli Houthi dopo la loro presa della capitale Sana e fratello del presidente yemenita Abed Rabbo Mansour Hadi. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE