PERù

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Perù: non passa la mozione per destituire il presidente Vizcarra

Lima, 19 set 09:55 - (Agenzia Nova) - Il presidente del Perù, Martin Vizcarra, rimane in carica: al Congresso non sono stati raggiunti gli 87 voti necessari per estrometterlo per “incapacità morale”. La mozione per la sua destituzione ha ricevuto 32 voti a favore e 78 contro, mentre 15 parlamentari si sono astenuti. Una settimana prima, l’11 settembre, la mozione era stata ammessa con 65 voti favorevoli, 36 contrari e 24 astensioni, su un totale di 130 seggi. Da allora alcuni partiti hanno cambiato posizione. Il capo di Stato, diversamente da quanto era stato annunciato, si è presentato in aula e ha parlato per 14 minuti: ha ribadito che le registrazioni audio sulle quali sono state basate le accuse – riguardanti contratti sottoscritti dal ministero della Cultura con il cantante Richard Swing – non sono stati verificati e che saranno messi a disposizione del pubblico ministero; inoltre, ha mostrato due lettere di Karem Roca, ex assistente amministrativo dell’ufficio presidenziale e protagonista degli audio, contenenti rettifiche riguardo ad alcune sue affermazioni. Vizcarra ha poi lasciato l’aula senza rispondere alle domande, per recarsi a Trujillo, nella regione di La Libertad, per una visita di lavoro. Il suo avvocato, Roberto Pereira, è rimasto e ha chiarito che la difesa non era relativa ai fatti contestati ma alla procedura di destituzione. Quindi, è iniziato un dibattito di sette ore, durante il quale sono emerse le divisioni tra le forze politiche e al loro interno che hanno determinato il fallimento dell’inziativa. (segue) (Brb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE