CINA-USA

 
 
 

Cina-Usa: l’ambasciata cinese in Suriname protesta per le “diffamazioni” di Pompeo

Pechino, 18 set 18:01 - (Agenzia Nova) - Il segretario di Stato Usa, Mike Pompeo, ha “diffamato” la Cina con le sue recenti esternazioni in Suriname e in Guyana. Lo afferma in una nota l’ambasciata della Repubblica popolare cinese in Suriname, dopo che ieri il capo della diplomazia di Washington ha invitato i leader dei due Paesi sudamericani a boicottare le aziende cinesi e a scegliere quelle statunitensi per lo sfruttamento delle risorse petrolifere di nuova scoperta. "Abbiamo visto il Partito comunista cinese investire in tanti Paesi, all'inizio tutto sembra grandioso ma alla fine vengono fuori i costi politici connessi alle operazioni commerciali", ha affermato Pompeo in conferenza stampa a Paramaribo. "Consigliamo al signor Pompeo di rispettare i fatti e la verità, abbandonare l'arroganza e il pregiudizio, smetterla di calunniare e diffondere voci sulla Cina", scrive l'ambasciata cinesi. I commenti di Pompeo sono arrivati dopo una serie di scoperte petrolifere al largo della costa del Suriname, i cui legami commerciali con la Cina sono cresciuti sotto l'ex presidente Desi Bouterse, sconfitto tuttavia di recente da Chan Sntokhi in occasione dell’ultima competizione elettorale. Nella sua dichiarazione, l'ambasciata cinese a Paramaribo ha affermato: "Qualsiasi tentativo di seminare discordia tra Cina e Suriname è destinato a fallire". Ieri, 17 settembre, Santokhi ha dichiarato che il rapporto del Suriname con la Cina non è stato argomento di conversazione nell’incontro con Pompeo. "Non si tratta di fare delle scelte", ha detto. (Cip)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE