LIBIA

 
 
 

Libia: portavoce Haftar, ucciso il “califfo” dello Stato islamico nel sud

Bengasi, 16 set 08:36 - (Agenzia Nova) - Le forze del generale libico Khalifa Haftar rivendicano di aver ucciso il “califfo” dello Stato islamico in Libia. Il portavoce dell'autoproclamato Esercito nazionale libico (Lna) Ahmed al Mismari ha detto in una conferenza stampa, commentando quanto accaduto a Sebha, che "la regione sud-occidentale è soggetta a violazioni da parte di organizzazioni terroristiche" e che l'esercito "ha avuto a che fare con diversi gruppi". L'ufficiale ha aggiunto: "Sono state ricevute informazioni sul movimento di una cellula terroristica a Sebha e l'esercito ha escogitato un piano per assaltare il quartiere in cui si nascondeva il gruppo. La battaglia è durata sette ore continue, con l'uccisione di nove miliziani e l'arresto di due donne". Al Mismari ha detto: "Abu Abdullah, il nuovo califfo dello Stato islamico in Libia, è stato ucciso durante l'operazione".

Ci sarebbe anche un cittadino australiano tra i membri dello Stato islamico uccisi ieri dalle forze libiche fedeli a Haftar nella zona di Sebha, nel sud della Libia. In una dichiarazione rilasciata ad "Agenzia Nova", il comandante sul campo dell'esercito, Ali al Sharif, ha affermato che l'attacco effettuato dal 116esimo e 160esimo battaglione ha provocato l'uccisione di cinque membri dello Stato islamico, due sauditi e due yemeniti, oltre a un'altra persona in possesso di cittadinanza australiana. Sono morte anche tre donne e un bambino che erano con gli estremisti. Nel blitz hanno perso la vita anche tre soldati fedeli a Haftar. Al Sharif ha aggiunto che tre membri del personale dell'esercito sono stati uccisi, e i comandanti del 116esimo e del 160esimo battaglione sono rimasti feriti durante la battaglia che è durata per ore. Le aree desertiche aperte nel sud e nell'ovest di Sebha sono teatro di movimenti da parte di elementi estremisti poiché questi gruppi utilizzano i confini aperti tra la Libia e i paesi sub-sahariani per spostarsi e nascondersi. (Bel)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE