STATI UNITI-CINA

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Stati Uniti-Cina: ex ministro Summers al "Corriere della Sera", Trump spinge gli alleati verso il Dragone (3)

Roma, 16 gen 09:45 - (Agenzia Nova) - Le regole europee non permettono di distinguere fra i diversi tipi di spesa e di sostenere gli investimenti. "Non credo che quelle regole siano adatte al mondo di oggi. Magari lo erano per il mondo per il quale furono scritte, forse, ma quel mondo non contemplava tassi d'interesse a zero o tanta difficoltà nel far salire l'inflazione fino al 2 per cento. Sarebbe prudente riesaminare i nostri approcci alla politica di bilancio. Il principale problema macroeconomico di oggi è la carenza di domanda, dunque una tendenza verso un'inflazione più debole o la deflazione. Credo si debba riflettere a come far sì che quando un'economia rallenta, lo stimolo venga dato immediatamente e non scattino politiche perverse che vanno in senso contrario". Ma il debito in Italia è già sopra il 130 per cento del Pli e il deficit negli Usa è al 4,6 per cento. Il problema è fino a che punto spendere per crescere. "Ci sono dei limiti. Dipende da come il denaro pubblico viene usato: se per consumi improduttivi quando il deficit è alto, può essere un problema. Se lo si impiega in un modo che sostiene l'espandersi della capacità produttiva, allora l'effetto è di ridurre, non di aumentare i costi per le generazioni future". Ma l'Italia cresce pochissimo da un quarto di secolo. "Sono preoccupato. L'Italia non può continuare ad accumulare debito nei prossimi decenni al ritmo a cui l'ha accumulato negli ultimi. Deve assicurarsi che non succeda, metterebbe se stessa e l'euro notevolmente in pericolo. Ma non c'è nessuna ragione perché questo sia impossibile. L'Italia ha spazio per tassare e in alcune aree ha spazio per ridurre la spesa. A seconda di qual è il sentiero di crescita, potrebbe esserci bisogno di disciplina di bilancio. Ma ci sono strumenti per stimolare l'economia senza aumentare il debito", ha concluso Summers. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE