RUSSIA

 
 
 

Russia: i dati clinici sul vaccino anti-Covid saranno resi noti nei prossimi giorni

Russia: i dati clinici sul vaccino anti-Covid saranno resi noti nei prossimi giorni
Mosca , 14 ago 08:44 - (Agenzia Nova) - La Russia pubblicherà probabilmente entro lunedì le informazioni sugli studi clinici del nuovo vaccino contro il coronavirus. Lo ha detto oggi il ministro della Salute Mikhail Murashko durante un briefing con la stampa. Secondo il ministro della Salute, le critiche al vaccino russo, il primo ufficialmente registrato contro il Covid-19 registrato al mondo, sono in gran parte legate alla mancanza di informazioni disponibili sulle sperimentazioni. Murashko ha osservato che non tutti sono a conoscenza del fatto che "il vaccino è stato rilasciato su una piattaforma già utilizzata per altri sei prodotti" e ha assicurato che le sperimentazioni cliniche sarebbero proseguite.

Diversi paesi hanno espresso scetticismo nei confronti del vaccino russo e anche l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) per ora ha affermato di non potersi esprimere in merito in quanto non in possesso delle informazioni sufficienti. Il vaccino russo, che ha preso il nome di "Sputnik V" in omaggio al primo satellite al mondo lanciato dall'Unione sovietica, ha bisogno ancora di un’ultima fase di test ma la sua certificazione sul mercato russo è giunta dopo meno di due mesi di test sugli esseri umani. Ad annunciare la registrazione del vaccino è stato il presidente, Vladimir Putin, affermando che anche una delle sue due figlie si è sottoposta al trattamento.

Nei giorni scorsi il portavoce dell’Oms, Tarik Jasarevic, nel corso di una conferenza stampa ha dichiarato che il vaccino russo deve essere riesaminato per ottenere una prequalificazione. Jasarevic ha detto che l'organizzazione è in contatto con le autorità russe e con quelle di altri paesi per analizzare i progressi delle diverse ricerche sui vaccini. L’Oms ha accolto con cautela la notizia sul fatto che la Russia ha registrato il primo vaccino al mondo contro il Covid-19, rilevando che, come per tutti gli studi in merito, questo farmaco sarà soggetto alle procedure di prequalifica e revisione stabilite dall’agenzia. "Accelerare il progresso non dovrebbe significare compromettere la sicurezza", ha detto il portavoce dell'Oms. Jasarevic ha sottolineato che l'organizzazione è incoraggiata "dalla velocità con cui vengono sviluppati i vaccini" e spera che alcuni di essi "si dimostrino sicuri ed efficienti". (Rum)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE