SPECIALE DIFESA

 
 
 

Speciale difesa: Libano, il parlamento ratifica lo stato d'emergenza a Beirut fino al 18 agosto

Beirut, 14 ago 13:00 - (Agenzia Nova) - Il parlamento libanese ha ratificato lo stato d'emergenza a Beirut dopo la duplice esplosione avvenuta nel porto il 4 agosto scorso che ha provocato oltre 170 morti e più di 6 mila feriti e ha distrutto anche molte aree della città. Il parlamento ha approvato anche le dimissioni di otto deputati. La sessione parlamentare eccezionale, durata poco più di un'ora, si è svolta alla presenza di soli tre ministri del governo dimissionario di Hassan Diab: il vice primo ministro e ministro della Difesa, Zeina Acar, il ministro dell'Interno, Mohammad Fahmi, e il ministro della Cultura e dell'Agricoltura, Abbas Mortada. Assenti i deputati indipendenti e i parlamentari del partito cristiano delle Forze libanesi guidato da Samir Geagea. Lo stato d'emergenza era stato dichiarato per due settimane, fino al 18 agosto, dal governo di Diab, oramai dimesso, il giorno dopo il disastro provocato dall'esplosione di 2.750 tonnellate di nitrato di ammonio stoccate nel porto. I deputati dimissionari sono: Samy Gemayel, Nadim Gemayel ed Élias Hankache del partito cristiano Kataeb, l'indipendente Paula Yacoubian, Michel Moawad, Nehmat Frem, Henri Hélou e Marwan Hamadé. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE