REPUBBLICA CECA

 
 
 

Repubblica Ceca: fonti stampa, diplomatico russo arrestato a giugno per acquisto illegale munizioni

Praga, 14 ago 09:53 - (Agenzia Nova) - La polizia della Repubblica Ceca ha arrestato lo scorso giugno un diplomatico russo che aveva acquistato illegalmente munizioni per fucili di precisione e di altro tipo. Lo comunica oggi il portale "irozhlas.cz", che fa riferimento alle informazioni raccolte da 4 diverse fonti di alto livello dei servizi segreti, di sicurezza e dell'apparato diplomatico. L'uomo è stato arrestato a Ricany, in Boemia centrale, ed era un membro del personale militare dell'ambasciata russa a Praga. Data la sua immunità diplomatica, dopo l'arresto è stato immediatamente rilasciato e successivamente è tornato in Russia, riporta "irozhlas.cz". Non è chiaro a che scopo avesse acquistato le munizioni, ma gli investigatori cechi lavorano sull'ipotesi che fosse un collaboratore sotto copertura del Gru, i servizi segreti militari russi. Non ci sono prove definitive, ma una delle fonti consultate dal portale riferisce che le munizioni sarebbero state destinate a gruppi criminali o truppe speciali russe che operano clandestinamente in Europa. L'ambasciata russa a Praga non ha risposto alle domande del sito e all'epoca dell'arresto non ha protestato. "Non possono commentare la faccenda, è di competenza della polizia e sono convinto che la si debba lasciar lavorare", è stato invece il commento del ministro degli Esteri ceco, Tomas Petricek. (Vap)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE