CINA

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Cina: Coldiretti, un italiano su due taglia sprechi cibo come Xi Jinping (3)

Roma, 13 ago 15:56 - (Agenzia Nova) - Mentre se si va fuori a mangiare – evidenzia Coldiretti – quasi quattro italiani su dieci (37 per cento) quando escono dal ristorante si portano sempre, spesso o almeno qualche volta a casa gli avanzi con la cosiddetta “doggy bag”, il contenitore per portare via il cibo non consumato ed evitare così che venga buttato. Ma c’è anche un 21 per cento degli italiani non lascia alcun avanzo quando va a mangiare fuori. “L’allarme globale provocato dal coronavirus ha fatto emergere una maggior consapevolezza sul valore strategico della filiera del cibo e delle necessarie garanzie di qualità e sicurezza ma ne sta però mettendo a nudo tutte le fragilità sulle quali è necessario intervenire con un piano nazionale per difendere la sovranità alimentare e non dipendere dall’estero per l’approvvigionamento in un momento di grandi tensioni internazionali sugli scambi commercial”, afferma il presidente di Coldiretti Ettore Prandini nel sottolineare che “i problemi pandemici che hanno portato all’interruzione delle catene di approvvigionamento, le difficoltà vissute in termini di mobilità delle merci e dei servizi, rendono strategico investire nel settore aumentando la capacità di resilienza delle filiere agroalimentari nazionali anche con investimenti infrastrutturali per rilanciare la competitività del Paese con le risorse in arrivo dall’Europa”. (com)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE