SUDAFRICA

 
 
 

Sudafrica: ministro della Sanità, casi di Covid-19 rallentano nelle province più colpite

Pretoria, 05 ago 13:24 - (Agenzia Nova) - Le province di Gauteng, Capo occidentale e Capo orientale, i tre epicentri della pandemia di Covid-19 in Sudafrica, hanno fatto registrare un rallentamento dei contagi nelle ultime settimane, anche se è troppo presto per capire se il picco sia arrivato. Lo ha dichiarato oggi il ministro della Sanità, Zweli Mkhize, nel corso di una conferenza stampa. “Il numero di nuove infezioni sta aumentando a un ritmo inferiore rispetto a quanto accaduto in tutto il mese di giugno e fino alla metà di luglio. Ciò ci indica chiaramente che c'è una tendenza al ribasso”, ha detto il ministro. “Potremmo raggiungere il picco verso la fine di agosto. Ma se non insistiamo sul distanziamento e sull'uso delle maschere, potremmo effettivamente avere una seconda ondata”, ha aggiunto. Nonostante i segnali di progresso, tuttavia, Mkhize ha avvertito che altre due province, KwaZulu-Natal e Free State, fanno registrare ancora alti tassi di contagio e che la mancata osservanza delle misure di contenimento potrebbe far riaumentare i contagi. Il ministro ha inoltre aggiunto che, mentre la capacità dei posti letto negli ospedali civili e in quelli da campo non sia stata ancora raggiunta, il sistema sta mostrando segnali di tensione. “Non siamo ancora fuori dal bosco, perché i reparti sono pieni”, ha aggiunto. Con oltre mezzo milione di contagi e quasi 9 mila decessi, il Sudafrica è il Paese africano maggiormente colpito dalla pandemia e il quinto al mondo dopo Stati Uniti, Brasile, India e Russia. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE