DIFESA

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Difesa: ex ufficiale MI6 britannico, bisogna fare di più per fermare le interferenze russe (3)

Londra, 07 ago 11:21 - (Agenzia Nova) - Nei giorni scorsi il Centro di sicurezza cibernetica nazionale del Regno Unito (Ncsc) ha denunciato il presunto tentativo di un gruppo di hacker sostenuti dalla Russia di colpire organizzazioni britanniche, degli Stati Uniti e del Canada che stanno lavorando per sviluppare un vaccino contro il coronavirus. L'Ncsc ha riferito che alcune aziende farmaceutiche e gruppi di ricerca sarebbero nel mirino del gruppo di hacker Apt29, che fa "quasi certamente" parte dei servizi di intelligence del Cremlino. I membri dell'intelligence si sono rifiutati di confermare se alcuni di questi attacchi hanno avuto successo nel tentativo di estorcere informazioni mediche. Nessuna delle ricerche sul vaccino è stata compromessa, hanno però assicurato. Il quotidiano "The Guardian" sottolinea come sia raro che il Regno Unito dichiari in modo esplicito di ritenere che un altro paese stia organizzando attacchi online coordinati. Il ministro degli Esteri britannico Raab ha detto che è assolutamente inaccettabile che i servizi segreti della Russia colpiscano i centri di ricerca per il vaccino. "Mentre altri seguono i propri interessi egoistici con un comportamento avventato, il Regno Unito e i suoi alleati stanno compiendo il duro lavoro di tentare di trovare un vaccino e proteggere la sanità pubblica", ha detto Raab. Il gruppo Apt29 è attivo da diversi anni, ed è stato collegato anche agli attacchi contro il Partito democratico statunitense nelle elezioni del 2016. (Rel)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE