GERMANIA

 
 
 

Germania: ex dirigente Wirecard morto nelle Filippine, aveva 44 anni

Berlino, 06 ago 12:25 - (Agenzia Nova) - Christopher B., ex direttore della società di consulenza e servizi Wirecard in Asia, è morto a Manila, nelle Filippine. L’uomo, secondo quanto riferisce il quotidiano “Handelsblatt”, aveva 44 anni e le cause della sua morte restano tuttora sconosciute. Secondo quanto si apprende, il manager era in contatto con un altro importante ex membro del consiglio di amministrazione, Jan Marsalek. Il padre di Christopher B. ha dichiarato ad “Handelsblatt” che suo figlio non era malato a che si era recato in ospedale a causa di un malore. "Al momento non abbiamo molte informazioni”, ha detto il padre, secondo cui la famiglia è rimasta scioccata e turbata dalle indiscrezioni sui presunti crimini e sulle possibili ragioni della morte prematura del figlio. "Penso che sia avvenuta per cause naturali”, ha aggiunto il genitore. Christopher B. non era attivo nel gruppo Wirecard da diversi anni, ma era considerato un importante partner commerciale della società, travolta negli ultimi mesi da diversi scandali. Christopher B. e la moglie sarebbero gli artefici della maggior parte delle presunte vendite sul mercato asiatico di Wirecard. Il business asiatico rappresentava una parte significativa delle presunte vendite e dei profitti di Wirecard, la società tedesca di servizi per la finanza recentemente fallita dopo essere stata travolta dallo scandalo dei bilanci gonfiati per 1,9 miliardi di euro. Tuttavia, poi si è scoperto che questi dati erano tutti falsi. Nelle Filippine, peraltro, sia la polizia federale che un'unità antiriciclaggio hanno indagato su B. (Geb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE