MIGRANTI

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Migranti: Libia, “Bija” pronto a comparire davanti alla giustizia internazionale (3)

Tripoli, 05 lug 11:32 - (Agenzia Nova) - Le dichiarazioni arrivano mentre le autorità libiche stanno operando un riassetto delle strutture responsabili del contrasto al traffico di migranti e di esseri umani. Si tratta delle seconde esternazioni pubbliche per Abd al Rahman Milad, meglio noto come "Bija" dopo il video di circa 30 minuti pubblicato in rete a fine giugno. L'ufficiale della Guardia costiera libica, oggetto di doverse inchieste stampa che lo coinvolgono in Italia, aveva minacciato nel filmato di rivelare i nomi di chi si è arricchito con il traffico di esseri umani negli ultimi anni. “Nella lista di 225 nomi che è uscita dall'Onu ci sono solo persone di Zawiya tralasciando quelle di Misurata, di Tripoli e di Jabal o altri gruppi come quelli di Gharian che portano i migranti a Tripoli. Anche i contrabbandieri di Warshfana sono noti. I contrabbandieri collaborano anche con altri Stati e i loro nomi li conoscono tutti". Bija, sospettato peraltro di essere responsabile delle torture contro i migranti in un centro di detenzione da lui gestito a Zawiya, aveva infine elogiato il ministro dell'Interno libico, Fathi Bashaga, parlando dei suoi rapporti con il ministero della Difesa e lo Stato maggiore libico, definendoli "eccellenti": una menzione che suona più come una minaccia che come una lode. (Lit)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE