SAHEL

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Sahel: la pandemia di Covid-19 aggrava la situazione in una regione già in preda a calamità e insicurezza

Roma, 29 apr 16:23 - (Agenzia Nova) - Con un ulteriore pacchetto di 194 milioni di euro, l’Unione europea ha rinnovato ieri il proprio impegno per sostenere la messa in sicurezza, la stabilità e la resilienza nel Sahel, regione africana già flagellata da una serie di calamità – siccità ricorrenti, cambiamenti climatici e proliferare dei gruppi terroristici – cui ora si è aggiunta, come se non bastasse, la pandemia di coronavirus: la regione è infatti una delle più colpite del continente africano con circa 4.500 casi di contagio. Nell’annunciare i nuovi aiuti al termine della video conferenza dei vertici dell'Ue e dei capi di Stato del G5 Sahel (Mali, Ciad, Niger, Burkina Faso, Mauritania) – a cui hanno preso parte, oltre al presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, anche la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, e l'Alto rappresentante dell'Unione per la politica estera e di sicurezza, Josep Borrell – la Commissione Ue ha fatto sapere che 112 milioni di euro saranno destinati al rafforzamento delle capacità di sicurezza e di difesa dei paesi del G5 Sahel, garantendo nel contempo il rispetto dei diritti umani e del diritto umanitario internazionale, nonché al ripristino della presenza dello Stato e dei servizi di base in tutto il territorio; i restanti 82 milioni di euro saranno mobilitati per intensificare gli sforzi di sviluppo e contribuire a migliorare le condizioni di vita, la resilienza e la coesione sociale delle popolazioni vulnerabili. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE