MEDIO ORIENTE

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Medio Oriente: Fmi rivede al ribasso previsioni Pil Medio Oriente e Asia Centrale

Washington, 13 lug 16:44 - (Agenzia Nova) - Il Fondo monetario internazionale (Fmi) ha rivisto al ribasso le sue previsioni sulla contrazione del Prodotto interno lordo (Pil) della regione del Medio Oriente e Asia Centrale (che comprende circa 30 paesi che vanno dalla Mauritania al Kazakistan) del 2 percento, al 4,7 percento nel 2020 a causa dell'impatto della pandemia di Covid-19 e la volatilità del mercato petrolifero. "Il forte calo dei prezzi del petrolio, il calo della produzione petrolifera e le interruzioni degli scambi commerciali hanno aggiunto ulteriori ostacoli per le economie della regione”, si legge nel rapporto sulle prospettive regionali del Fondo monetario internazionale (Fmi). La regione più colpita è quella del Medio Oriente, la cui contrazione dovrebbe attestarsi intorno al 5,7 per cento. “Il livello insolitamente alto di incertezza sulla lunghezza della pandemia e il suo impatto sulle chiusure delle imprese, i conseguenti rischi al ribasso (compresi disordini sociali e instabilità politica) e la potenziale rinnovata volatilità nei mercati petroliferi globali dominano le prospettive", precisa il rapporto. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE