MIGRANTI

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Migranti: ministro dell'Interno della Libia, "noi lasciati soli dall'Europa"

Tripoli, 14 lug 08:32 - (Agenzia Nova) - Il ministro dell'Interno del Governo di accordo nazionale libico (Gna), Fathi Bashagha, ha affermato che la Libia "è stata lasciata sola di fronte ai flussi migratori illegali, costati enormi oneri finanziari". L’esponente del governo di Tripoli ha parlato nell’incontro 5+5 tenuto in videoconferenza con i colleghi di Italia, Germania, Francia, Spagna e Malta e gli omologhi di Tunisia, Algeria, Marocco e Mauritania. “L'Unione europea non ha ancora una visione chiara e unificata per combattere questo fenomeno", ha aggiunto Bashagha, citato dall’emittente televisiva “Libya Al Ahrar”. Il ministro ha detto che il suo governo propone l’inclusione anche di Sud Sudan, Ciad, Niger e Mali nel dossier della lotta all'immigrazione clandestina, sottolineando la necessità di adottare una strategia chiara per gestire la sicurezza, dato che la Libia è fondamentale per la stabilità nella regione. Nel suo discorso, Bashagha ha indicato che il Governo di accordo nazionale ha chiesto all'Unione Europea di fornirgli apparecchiature di monitoraggio elettronico per controllare i suoi confini, ribadendo la disponibilità del suo governo a cooperare con la sponda nord del Mediterraneo nella lotta contro la droga e la criminalità organizzata. (segue) (Lit)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE