LIBIA

 
 
 

Libia: Stoltenberg, la Russia ha aumentato la sua presenza sul territorio minando gli sforzi pace

Madrid, 17 lug 10:15 - (Agenzia Nova) - Negli ultimi mesi, approfittando in parte anche dall'instabilità scatenata dalla pandemia del coronavirus, la Russia ha aumentato la sua presenza in Libia sostenendo il generale Khalifa Haftar, comandante dell’autoproclamato Esercito nazionale libico (Lna), e "minando gli sforzi per la pace". Lo ha affermato il segretario generale, Jens Stoltenberg, in un'intervista a "El Pais”, spiegando che l'obiettivo principale in questo momento è lavorare per favorire la stabilizzazione del paese nordafricano. Per conseguire questo e altri risultati, la Nato deve "rimanere forte militarmente" e "rafforzare la cooperazione politica per diventare più globale". Secondo Stoltenberg, ciò non significa "essere presenti ovunque" ma essere in grado di rispondere alle minacce alla sicurezza che segneranno il futuro, come la sicurezza informatica, il terrorismo e le conseguenze dell'ascesa della Cina. "Ora stiamo guardando a ciò che possiamo fare di più non solo in Afghanistan o in Iraq, ma anche in Nord Africa e nel Sahel", lavorando con l'Unione africana ed altri partner, come la Tunisia e la Mauritania, "per stabilizzare la situazione sul terreno e combattere il terrorismo". Stoltenberg ha poi annunciato che la Nato sta valutando se e come estendere queste missioni "in stretta collaborazione con l'Ue".
(Spm)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE