MAURITANIA

 
 
 

Mauritania: Commissione d'inchiesta, ex governo Aziz responsabile fallimento società mineraria Snim

Nouakchott, 29 lug 10:08 - (Agenzia Nova) - La commissione del parlamento della Mauritania incaricata di indagare sulla gestione del potere durante il governo dell'ex presidente Mohammed Abdel Aziz ha accusato la presidenza di essere responsabile dello stato di crisi della società statale mineraria Snim andata sull’orlo della bancarotta nel 2015. La commissione ha scritto nel suo rapporto finale che dal 2010 lo Stato non ha più avuto una visione strategica per il ruolo di Snim, aggiungendo che la società è stata caratterizzata da “una gestione anarchica” he ha influito negativamente anche sulla sua salute finanziaria rispetto alle sue attività. Il rapporto rileva alcuni aspetti del fallimento della gestione dell'azienda nella visione a lungo termine impostata nella sua piattaforma, strategie inadeguate come "Guelb 2" che non ha superato il 25 per cento della sua capacità prevista. Vi è anche l'estensione del porto minerario non adatto alle esigenze della società, partnership con clienti o intermediari che non soddisfano i criteri di selezione iniziale della società, la nomina di persone incompetenti, pratiche non conformi alle regole di gestione generale che non servono agli interessi dell'azienda. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE