KOSOVO

 
 
 

Kosovo: comandante Gatti (Kfor Rc-West) a “Nova”, la sicurezza è base per lo sviluppo economico - video

Per visualizzare il video occorre abbonarsi.
Belo Polje, 09 feb 15:01 - (Agenzia Nova) - Il mandato della missione Kfor, in base alla risoluzione 1244 del Consiglio di sicurezza Onu, è quello di contribuire a mantenere la stabilità e garantire la libertà di movimento di tutte le comunità in Kosovo. Lo ha affermato il comandante del Comando regionale Ovest (Rc-West), colonnello Natale Gatti, in una dichiarazione per “Agenzia Nova” nella base Villaggio Italia di Belo Polje (municipalità di Pec). Il colonnello Gatti ha assunto il comando del Rc-West della missione Nato Kfor a inizio dicembre del 2019, nel quadro del sistema di rotazione semestrale, in qualità di comandante del 17mo reggimento artiglieria controaerei “Sforzesca” di Sabaudia (LT). A oltre 20 anni dall'inizio della presenza nel teatro operativo, ha detto, “noi garantiamo la sicurezza nel territorio, che è la base per lo sviluppo economico e per il riavvio del dialogo tra Belgrado e Pristina”. In particolare, ha sottolineato Gatti, come Rc-West “siamo una multinazionalità”, ovvero "sette paesi che contribuiscono alla sicurezza ed alla libertà di movimento in Kosovo, e cerchiamo di dare il nostro supporto per lo sviluppo ed il mantenimento della pace in questa regione”. Il contingente Kfor è costituito oggi da 3500 unità provenienti da 20 paesi Nato e da otto Stati partner. L’Italia guida il Comando regionale dell’Ovest, dove sono presenti militari di altri sei paesi: Slovenia, Turchia, Polonia, Austria, Svizzera e Moldova. Nella base villaggio Italia di Belo Polje (municipalità di Pec) sono attualmente presenti 650 militari, di cui circa 260 italiani. (Pav)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE