SOMALIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Somalia: prove di distensione fra Mogadiscio e Somaliland, sullo sfondo lo stallo sulle elezioni

Mogadiscio, 15 giu 16:25 - (Agenzia Nova) - Con un incontro convocato a sorpresa a Gibuti dal presidente Ismail Omar Guelleh, i leader di Somalia e Somaliland hanno compiuto ieri un piccolo ma significativo passo avanti nella lunga e travagliata controversia che vede contrapposte le autorità federali di Mogadiscio e quelle di Hargheisa, che nel 1991 – alla caduta del regime di Mohammed Siad Barre – dichiararono l’indipendenza dalla Somalia autoproclamando la Repubblica del Somaliland, a tutt’oggi non riconosciuta a livello internazionale. Al termine dell’incontro il presidente somalo, Mohamed Abdullahi Mohamed “Farmajo”, e quello del Somaliland, Musa Bihi, hanno infatti concordato di istituire un comitato tecnico composto da rappresentanti delle due parti per avviare il processo di riconciliazione. Alla riunione era presente anche il premier etiope Abiy Ahmed, che nel febbraio aveva agevolato un incontro informale fra Farmajo e Bihi a margine del 33mo vertice dell'Unione africana. Nel suo intervento durante la riunione, il presidente gibutino Guelleh ha espresso l’auspicio che possa essere raggiunta una soluzione a breve, aggiungendo che Gibuti starà sempre dalla parte della Somalia. “Come Gibuti, rimaniamo sempre fiduciosi nel fatto che i nostri fratelli somali troveranno una strada da percorrere insieme e staremo sempre al loro fianco per aiutare a promuovere i migliori risultati per tutti i soggetti coinvolti”, ha osservato. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE