SOMALIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Somalia: il presidente Farmajo silura il premier Khaire, sullo sfondo le divisioni in vista delle elezioni (3)

Mogadiscio, 27 lug 16:40 - (Agenzia Nova) - Definendo la sua rimozione “illegale e incostituzionale”, Khaire ha tuttavia accettato di dimettersi e ha spiegato che la sua decisione è stata presa a causa della delicata situazione che attraversa il paese, con l’auspicio di non alimentare ulteriori spaccature. In realtà, secondo diversi osservatori, il vero obiettivo di Khaire è quello di candidarsi alle prossime elezioni e di sfidare l’autorità del presidente Farmajo e un annuncio in tal senso sarebbe solo una questione di tempo. Il capo dello Stato, da parte sua, si è limitato a “prendere atto” della sfiducia nei confronti di Khaire e ha nominato come premier ad interim l’attuale vice primo ministro Mahdi Mohammed Gulaid, in attesa della nomina di un nuovo premier che – Costituzione alla mano – dovrà avvenire entro 30 giorni. “Nell'adempimento del suo mandato costituzionale, il presidente Mohamed Abdullahi Farmajo ha accolto con favore la decisione della Camera del popolo, tenendo conto della sua indipendenza e dell'autorità costituzionale. Il presidente Farmajo apprezza e sottolinea l'importanza della cooperazione tra tutti poteri statali, specialmente in questa fase critica. La frattura tra governo e parlamento sta minando i progressi compiuti e, a tal fine, ho deciso di prendere in considerazione la voce della Camera dei rappresentanti come il fondamento della nostra nazionalità”, si legge in una nota della presidenza diffusa subito dopo il voto di sfiducia. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE