SOMALIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Somalia: il presidente Farmajo silura il premier Khaire, sullo sfondo le divisioni in vista delle elezioni (4)

Mogadiscio, 27 lug 16:40 - (Agenzia Nova) - Come prevedibile, la sfiducia nei confronti di Khaire è stata mal digerita dall'opposizione, che ora teme che la rimozione del capo dell’esecutivo determini il deragliamento dei colloqui di Dusa Mareb e spiani la strada al rinvio delle elezioni e all'estensione del mandato presidenziale di Farmajo. La “prova di forza” non è andata giù neppure agli Stati Uniti, che hanno definito la rimozione di Khaire “irregolare e deplorevole”, rischiando di aumentare l'instabilità politica nel paese e di “minare” il dialogo in corso tra il governo federale e gli Stati membri. In una dura dichiarazione rilasciata sabato, l’ambasciata Usa a Mogadiscio ha aspramente criticato la decisione di sfiduciare Khaire, ribadendo che la stabilità della Somalia può essere raggiunta solo attraverso compromessi politici e attraverso un adeguato coordinamento tra tutte le parti interessate. “Questo processo irregolare costituisce una battuta d'arresto per il programma di riforme che la Somalia ha perseguito finora con il sostegno degli Stati Uniti. La stabilità, la sicurezza e la prosperità della Somalia possono essere costruite solo attraverso la cooperazione, il coordinamento e il compromesso tra i leader della Somalia; se qualcuno cerca di dominare gli altri, mina la stabilità dell'intera nazione”, si legge nella dichiarazione, in cui si ribadisce inoltre il sostegno ad un processo elettorale che porti a elezioni “tempestive, pacifiche e sostenibili”. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE