SUDAN

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Sudan: Bashir alla sbarra, è il primo leader arabo ad essere processato per un colpo di Stato

Khartum, 21 lug 16:37 - (Agenzia Nova) - Ha preso il via oggi a Khartum il processo nei confronti dell’ex presidente del Sudan, Omar al Bashir, per il colpo di Stato che nel 1989 rovesciò il governo democraticamente eletto dell'allora primo ministro Sadek al Mahdi. Insieme a Bashir, che rischia la pena di morte, sono a processo altri 16 imputati, fra cui gli ex vice presidenti Ali Osman Taha e Bakri Hassan Saleh, i quali hanno rifiutato di collaborare durante le indagini preliminari che hanno condotto al processo. L’udienza, che si è aperta oggi, è stata nel frattempo aggiornata al prossimo 11 agosto per consentire a più avvocati e familiari degli imputati di partecipare al processo. Come fatto notare da diversi osservatori, quello che si è aperto oggi è un processo a suo modo “storico”, dal momento che è la prima volta nella storia moderna del mondo arabo che il protagonista di un colpo di Stato viene processato, anche se l'uomo considerato il vero ideatore del golpe in Sudan, Hassan al Turabi, è morto nel 2016. Bashir e gli altri imputati, dieci militari e sei civili, sono accusati di aver pianificato il colpo di Stato del 30 giugno 1989, quando l'esercito arrestò i leader politici del Sudan, sospese il parlamento e altri organi statali, chiuse l'aeroporto e annunciò il golpe alla radio. Una volta al potere, Bashir mise al bando ogni partito politico, censurò la stampa, assunse il ruolo di presidente del Consiglio del comando rivoluzionario per la salvezza nazionale (un organo appena creato con poteri sia legislativi sia esecutivi) e si autonominò capo di Stato, primo ministro, capo di Stato maggiore e ministro della Difesa. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE