SUDAN

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Sudan: governo accoglie con favore ipotesi revoca sanzioni Usa (2)

Khartum , 01 ago 13:27 - (Agenzia Nova) - Nonostante le molteplici sentenze per miliardi di dollari pronunciate contro il Sudan, il paese africano è riuscito a patteggiare un accordo provvisorio di compromesso con il dipartimento di Stato Usa per il pagamento di una somma inferiore (circa 335 milioni di dollari) che tuttavia Khartum, a causa della situazione disastrosa delle sue finanze, non è riuscita finora a versare. La Corte suprema degli Stati Uniti ha imposto di recente al Sudan il pagamento dei danni ai familiari delle persone uccise o ferite negli attentati del 1998. La sentenza è stata votata all’unanimità dai giudici della Corte (otto favorevoli e nessun contrario). La sentenza ribalta la decisione con cui nel 2017 la Corte d'appello del distretto di Columbia esentò il Sudan dai danni punitivi previsti nel contenzioso, oltre che dal pagamento di circa 6 miliardi di danni compensativi. Il Sudan è stato considerato complice degli attentati alle ambasciate Usa in Kenya e Tanzania per via dell’ospitalità che l’ex presidente Omar al Bashir accordò al fondatore di al Qaeda, Osama Bin Laden, dal 1992 al 1996. Sebbene continui a far parte della lista Usa degli sponsor statali del terrorismo dal 1993, Khartum ha avviato un riavvicinamento con Washington per ottenere il suo obiettivo prioritario, ovvero la revoca delle sanzioni Usa. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE