SPECIALE DIFESA

 
 
 

Speciale difesa: Yemen, attuazione accordo governo e separatisti del sud allontana spettro nuova guerra civile

Riad, 31 lug 13:30 - (Agenzia Nova) - Sembra ormai terminato, almeno nelle intenzioni, il lungo scontro tra il governo riconosciuto dello Yemen con sede ad Aden e guidato dal presidente Abd Rabbo Mansour Hadi e i ribelli separatisti del Consiglio di transizione del sud (Cts). I separatisti yemeniti hanno annunciato di voler rinunciare alle istanze autonomiste nel sud del paese, proclamate in modo unilaterale lo scorso aprile, dichiarandosi pronti ad attuare un accordo di pace con le forze governative appoggiate dall’Arabia Saudita. La prima mossa del presidente Hadi, che dalla cacciata dalla capitale Sana’a vive tra Riad ed Aden, è stata quella di conferire all’attuale capo del governo, Moeen Abdulmalik, l’incarico di formare un nuovo governo inclusivo in attuazione dell'accordo di Riad con il Consiglio di transizione del sud (Cts). Il presidente yemenita ha inoltre deciso di nominare un governatore e un direttore della sicurezza per la capitale temporanea, Aden, nell'ambito delle fasi di attuazione dell'accordo di Riad con i separatisti del sud. Un altro decreto prevede la nomina del generale di brigata Muhammad Ahmad al Hamedi come direttore generale della polizia del governatorato di Aden. Con queste disposizioni Hadi e gli alleati sauditi sperano di poter riportare unità tra le forze yemeniti e di concentrare gli sforzi nella guerra contro i ribelli sciiti Houthi, che nonostante le continue operazioni della coalizione guidata dall’Arabia Saudita mantengono ancora il saldo controllo delle province settentrionali e della capitale Sana’a, minacciando con il lancio di droni e missili balistici le città del sud dell’Arabia Saudita. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE