BRUNEI

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Brunei: le condanne internazionali non frenano l’adozione del Codice penale islamico (6)

Bandar Seri Begawan, 03 apr 2019 12:58 - (Agenzia Nova) - L’adozione della Sharia da parte del Brunei ha suscitato dure condanne a livello internazionale. L’Alto commissariato per i diritti umani della nazioni Unite ha puntato l’indice contro l’adozione di “punizioni crudeli e inumane che costituiscono una grave violazione delle norme internazionali sui diritti umani”. Il governo degli Stati Uniti ha chiesto ufficialmente al Sultanato di non applicare le nuove sanzioni. Il Codice penale islamico “è contrario agli obblighi internazionali sui diritti umani, inclusi quelli riguardanti la tortura e altri trattamenti o punizioni inumani o degradanti”, ha dichiarato il portavoce del dipartimento di Stato Usa, Robert Palladino. Hanno sollevato obiezioni anche i governi di Australia, Regno Unito, Francia e Germania. (segue) (Fim)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE