FINANZA

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Finanza: Osnato (Fd’I) a "Nova", non un bel segnale che Borsa italiana da tempo sia di proprietà straniera

Roma, 16 lug 15:24 - (Agenzia Nova) - Sicuramente non è un bel segnale che il "salotto" della finanza nazionale, da tempo, non sia in mano italiana. Lo ha detto ad "Agenzia Nova" Marco Osnato, deputato e capogruppo di Fratelli d’Italia in commissione Finanze a Montecitorio, a proposito di Borsa italiana. "Tuttavia", ha osservato il parlamentare, "è ancora più grave che gli scambi in Borsa siano sempre meno significativi e soprattutto che molti asset nazionali importanti sempre di più diventino di proprietà straniera". Per quanto riguarda, poi, l’ipotesi di un’operazione franco-italiana rivolta a recuperare Borsa italiana dal London stock exchange (Lse), l’esponente di Fd’I ha commentato: "Sinceramente non riesco a intravedere una realtà tutta nazionale che possa assumersi oneri e onori di guidare Borsa italiana. Non so - ha rilevato - chi nel nostro Paese possa riuscire ad occupare quello spazio. Sull’argomento sono sempre stato molto laico: quando ci fu la legge che diede il via alla privatizzazione di Borsa italiana, anche allora il nostro capitalismo si fece trovare impreparato. Una nazione seria, uno Stato serio fanno operazioni di questo tipo quando si hanno strutture economiche, sociali e finanziarie adeguate". (segue) (Rin)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE