SPECIALE INFRASTRUTTURE

 
 
 

Speciale infrastrutture: Autostrade, Cancelleri al "Corriere della Sera", i 7 miliardi li sborserà il prossimo concessionario

Res, 13 lug 16:15 - (Agenzia Nova) - "La revoca della concessione, oppure l'uscita della famiglia Benetton dalla società Autostrade. Per il Movimento 5 Stelle le opzioni sono queste. Mi auguro lo siano anche per il governo. Ma lo sapremo martedì, quando si voterà in consiglio dei ministri". Lo ha detto al "Corriere della Sera" Giancarlo Cancelleri, vice ministro alle Infrastrutture. Secondo i maligni avrebbe il compito di marcare a uomo la ministra Paola De Micheli, Pd, ma lui ci ride sopra: "La pensiamo diversamente ma il rapporto umano è ottimo". Questione revoca. Una strada possibile anche se c'è il rischio di ricorsi miliardari. "Intanto ricordo che con il decreto Milleproroghe abbiamo ridotto l'indennizzo, limitandolo ai soli investimenti non ammortizzati". C'è chi pensa che sia incostituzionale. In ogni caso sarebbero 7 miliardi. "Ma lo Stato non ci rimetterebbe nulla. I sette miliardi diventerebbero la cifra che dovrebbe sborsare il nuovo concessionario, una volta messi a gara i tratti oggi gestiti da Autostrade. Una procedura che non farebbe perdere nemmeno un posto di lavoro". Piano B: l'uscita dei Benetton da Autostrade. "Devono cedere tutte le loro azioni. In questo Paese deve finalmente valere il principio del chi sbaglia paga e loro con il crollo del ponte Morandi, hanno dimostrato di non essere in grado di gestire un bene pubblico". (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE