NAGORNO-KARABAKH

 
 
 

Nagorno-Karabakh: Grimoldi (Lega), provocazioni e scontro non risolveranno nulla

Roma, 13 lug 12:12 - (Agenzia Nova) - Con rammarico apprendo degli scontri armati nel distretto di Tovuz, lungo il confine tra l'Armenia e l'Azerbaigian nel nord della regione del Nagorno Karabakh. Lo ha detto Paolo Grimoldi, esponente della Lega e presidente della delegazione italiana presso l'Assemblea parlamentare dell'Osce. "È importante ricordare che da Tovuz passano l'oleodotto Baku-Tbilisi-Ceyhan (che porta petrolio anche in Italia) e il Corridoio meridionale del gas, e l'instabilità avrà gravi riflessi anche in Europa", ha detto Grimoldi. "Le provocazioni e gli scontri non risolveranno nulla. Partendo dal riconoscimento dell'integrità territoriale e dell'inviolabilita dei confini di stati riconosciuti internazionalmente e dalle risoluzioni del Consiglio di sicurezza dell'Onu del 1993, auspico quindi un impegno italiano perché le parti ritornino quanto prima al tavolo del dialogo sotto l'egida dell'Osce", ha aggiunto il presidente della delegazione italiana. (Com)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE