CINA

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Cina: accademico Xu Zhangrun rilasciato ma sorvegliato, aveva criticano gestione dell'epidemia

Pechino, 13 lug 09:02 - (Agenzia Nova) - Xu Zhangrun, professore di diritto costituzionale di Pechino, è tornato a casa ieri mattina, 12 luglio, ma rimane sotto sorveglianza e non gli è consentito di parlare pubblicamente di ciò che è accaduto. Lo riferisce il quotidiano "Voice of America" che cita quanto dichiarato dagli amici dell'uomo. Xu, 57 anni, autore di saggi critici sulla governance del presidente della Cina Xi Jinping, è salito alla ribalta a luglio 2018 per aver criticato la rimozione del limite di due termini per il leader cinese, che consentirà a Xi di rimanere in carica oltre il suo attuale secondo mandato. Xu è stato arrestato a Pechino il 6 luglio. Dei suoi amici hanno affermato che il professore di legge è stato portato via da casa sua la mattina da diversi agenti di polizia. Secondo quanto riporta il "New York Times" che cita come fonte l'amico Geng Xiaonan, anche un computer e dei documenti sarebbero stati portati via da casa. Geng ha raccontato di aver appreso dalla moglie di Xu che la polizia le ha detto che il marito è stato accusato di favoreggiamento della prostituzione durante una recente visita nella città sud-occidentale di Chengdu. Xu ha insegnato giurisprudenza presso la prestigiosa Università Tsinghua di Pechino per diversi anni fino al 2019, quando è stato bandito dall'insegnamento e dalla ricerca dopo aver pubblicato un saggio che condanna la stretta presa del potere del presidente Xi. Recentemente era stato posto agli arresti domiciliari. Un saggio pubblicato a febbraio da Xu attribuiva alla cultura della segretezza e dell'inganno la responsabilità della diffusione della Covid-19 in Cina. (segue) (Cip)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE