GIAPPONE

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Giappone: coronavirus, 62 casi in basi Usa, prefettura Okinawa chiede misure più rigorose

Tokyo, 12 lug 17:56 - (Agenzia Nova) - La prefettura di Okinawa, in Giappone, ha chiesto il blocco dei movimenti da e per due basi militari statunitensi in seguito all’emergere di un focolaio di coronavirus. Tra martedì e sabato sono stati individuati 62 casi tra la base aerea di Futenma e quella di Camp Hansen, entrambe utilizzate dal Corpo dei Marines. Secondo quanto riferisce l’agenzia di stampa giapponese “Kyodo”, il governatore prefettizio, Denny Tamaki, ha avuto un colloquio telefonico col tenente generale Stacy Clardy, capo delle forze statunitensi a Okinawa, al quale ha chiesto misure più rigorose, in particolare l’interruzione degli spostamenti del personale dalle isole alla terraferma, e più trasparenza. Il governatore in una conferenza stampa ha espresso sconcerto e dichiarato di avere “forti dubbi” sull’adeguatezza delle misure prese dalle forze armate Usa per contenere il contagio, citando anche delle feste organizzate per celebrare il Giorno dell’Indipendenza degli Stati Uniti, il 4 luglio. Inoltre, ci sono frequenti rotazioni di personale e, a causa della carenza di spazio nelle basi, alcuni militari sono alloggiati in un albergo. (segue) (Git)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE