RUSSIA

 
 
 

Russia: partito di Titov si oppone a modifiche a legge elettorale

Mosca, 10 lug 16:56 - (Agenzia Nova) - Il Partito della crescita, forza parlamentare russa, ha criticato l'estensione delle norme applicate per il voto costituzionale alle altre elezioni, che secondo fonti stampa, sarebbe attualmente allo studio in Parlamento e al Cremlino. È quanto diffuso in un comunicato dall'ufficio stampa del partito guidato dal garante dei diritti degli imprenditori, Boris Titov. "Il partito concorda assolutamente con i nuovi tentativi di apportare modifiche senza un'adeguata elaborazione da parte di esperti", si legge nel comunicato. "Il partito ritiene che la pubblicazione di exit poll prima della chiusura dei seggi e l'abolizione della "giornata del silenzio" rappresentino una violazione dell'etichetta politica e un ulteriore ostacolo alla libera espressione della volontà dei cittadini, perché le autorità hanno un accesso quasi illimitato alle risorse informative e ai grandi budget per le campagne elettorali, che useranno le risorse amministrative per screditare i candidati dell'opposizione non graditi al governo", si legge nel comunicato. Il partito fa riferimento agli effetti distorsivi dei risultati parziali sull'affluenza alle urne. "(Il partito) è convinto che l'annuncio del monopolio assoluto della Camera pubblica sulla nomina degli osservatori comporterebbe una restrizione diretta della concorrenza alle elezioni. Ciò può comportare un completo screditamento dell'istituzione degli osservatori", si legge inoltre nel comunicato. La formazione politica, ritiene infine che le modifiche debbano essere inoltre organizzate in un unico pacchetto di emendamenti, in modo da evitare cambiamenti non coordinati della legislazione elettorale.

(Rum)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE