CORONAVIRUS

 
 
 

Coronavirus: Usa, per Birx non ci sarà "nazionalismo del vaccino"

New York, 08 lug 00:19 - (Agenzia Nova) - Deborah Birx, coordinatrice della task force anticoronavirus della Casa Bianca, ha suggerito che gli Stati Uniti parteciperanno allo sforzo per assicurare il vaccino contro il Covid-19 non a un solo paese, ma al mondo intero. Lo riporta l'emittente "Cnn". Durante un evento online organizzata dal Consiglio Atlantico per discutere del mondo "post-Covid", alla domanda sul "nazionalismo del vaccino" - cioè se, una volta scoperto il vaccino, le nazioni potrebbero cercare di limitare la distribuzione oltre i loro confini - Birx ha detto che gli Stati Uniti continueranno a sostenere gli sforzi globali per la salute, come hanno sempre fatto. "Stiamo lavorando in collaborazione con i nostri colleghi britannici, per il loro vaccino con Oxford e AstraZeneca", ha detto Birx. "Siamo i maggiori investitori in Hiv, tubercolosi e malaria nel mondo", ha aggiunto. Birx ha anche accusato la Cina di aver rallentato la diffusione di informazioni utili per comprendere la natura del virus. "Se avessimo saputo prima del livello di diffusione asintomatica, penso che avremmo tutti guardato la cosa in modo diverso", ha detto Birx. "C'è stato un ritardo nell'informarci della diffusione da uomo a uomo, e poi sui livelli di trasmissibilità". Nel complesso, Birx ha elogiato la volontà della comunità internazionale di studiare la pandemia e sviluppare in tempi brevi un vaccino. (Nys)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE