SPECIALE DIFESA

 
 
 

Speciale difesa: non solo Ksk, le altre forze speciali della Bundeswehr tedesca

Berlino, 03 lug 13:45 - (Agenzia Nova) - Il profondo e severo processo di riforma a cui è stato sottoposto il Comando forze speciali dell'esercito tedesco (Ksk), a causa delle infiltrazioni dell'estrema destra tra i suoi ranghi, ha destato scalpore e preoccupazione. Il reparto è stato di fatto posto in “libertà vigilata” da parte del ministero della Difesa e, tra l'altro, non potrà partecipare né a manovre, né a operazioni internazionali. Nel peggiore degli scenari, qualora al 31 ottobre prossimo il processo di riforma si rivelasse inefficace, il Ksk potrebbe essere sciolto e rifondato. Il ministro della Difesa tedesco Annegret Kramp-Karrenbauer, presidente dimissionaria dell'Unione cristiano-democratica (Cdu), ha affermato che i militari del Ksk “sanno di dover far meglio”, se intendono mantenere il reparto, “questa è la possibilità che hanno adesso”. La ristrutturazione del Ksk prevede lo scioglimento di una delle sei compagnie da cui è formato. L'unità verrà sottoposta a più severi controlli da parte del Servizio di controspionaggio militare (Mad), che è competente a indagare sui casi di estremismo nelle Forze armate tedesche (Bundeswehr). (Geb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE