SICUREZZA

 
 
 

Sicurezza: Russia respinge accuse su violazione moratoria test nucleari sotterranei

Mosca, 04 lug 19:30 - (Agenzia Nova) - La Russia ha respinto le accuse di non conformità con il divieto di test nucleari sotterranei. Secondo il ministero degli Esteri di Mosca l’accusa rivolta dagli Stati Uniti sarebbe un tentativo di distogliere l'attenzione dal fatto che Washington non ha ratificato il Trattato globale sul divieto dei test nucleari (Ctbt). "Com'era prevedibile, le affermazioni statunitensi secondo cui la Russia ha violato la moratoria sui test nucleari conducendo esperimenti che non soddisfano lo standard statunitense a ‘rendimento zero’ non sono state supportate da alcuna prova. Inoltre, gli Stati Uniti hanno ammesso di non conoscere né il numero di tali test nel 2019, né se siano stati condotti affatto", ha detto un portavoce del ministero ripreso dalla stampa russa. Secondo la diplomazia russa, gli obblighi internazionali di Mosca non comportano il rispetto di "standard statunitensi" in materia di test nucleari. La Russia, gli Stati Uniti e altri paesi hanno aderito al Trattato sulla messa al bando totale di test nucleari (Comprehensive Nuclear Test Treaty - Ctbt) per vietare test nucleari di qualsiasi dimensione e attività correlate che generano rendimenti esplosivi. Si tratta di un accordo delle Nazioni Unite negoziato negli anni 90 per vietare le esplosioni nucleari. Non tutti i paesi hanno ratificato il trattato, ma le potenze mondiali hanno accettato comunque di aderire al divieto di test, compresi gli Stati Uniti e la Russia. (Rum)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE