FASE 2

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Fase 2: Bonomi (Confindustria) a "La Stampa", senza riforme vere il Paese muore (4)

Roma, 29 mag 11:07 - (Agenzia Nova) - Bonomi non si fida delle promesse del governo. Anche se con l'ultimo decreto Rilancia Italia ha stanziato 16 miliardi per le imprese, compreso un abbuono sull'Irap di giugno. Il premier Conte ha già annunciato entro le prossime due settimane un altro decreto legge sulla semplificazione del nostro kafkiano apparato burocratico e sullo sblocco degli appalti. "Lo confesso, ogni volta che parlano di semplificazione ho un brivido che mi corre lungo la schiena. Quante volte ne abbiamo sentito parlare? E quante occasioni abbiamo sprecato in passato? Sulle grandi opere di miliardi stanziati ce ne sono già tanti: peccato che non riusciamo a spenderli, e così i cantieri restano lì, fermi. La stessa cosa che sta succedendo con il decreto liquidità: il governo lo ha approvato, ma se poi i prestiti delle banche non arrivano, è tutto inutile. Se va bene un testo arriverà non prima di due mesi. Vedremo cosa c'è scritto, ma intanto dico subito una cosa: spero che saremo coinvolti, che ne potremo discutere insieme al governo". Mena fendenti, il capo degli imprenditori, ma chiede concertazione: "Io chiedo un tavolo dove mettere insieme le energie migliori del Paese, sia nel pubblico che nel privato. La nostra priorità è rimettere in moto gli investimenti, invece che gestire i grandi dossier come l'ex Ilva con logiche elettorali o rispondere alle mille persone che bussano a palazzo, nella ricerca di accontentare tutti con interventi a pioggia che non funzionano mai. Quando ci siamo concentrarti sugli investimenti, come avevamo iniziato a fare con Industria 4.0, il Pil è cresciuto. Poi purtroppo hanno smontato tutto". (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE