CILE

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Cile: 21enne ucciso durante le proteste sociali, 1.700 gli arresti

Santiago del Cile, 04 lug 18:31 - (Agenzia Nova) - Un giovane di 21 anni è rimasto ucciso dopo essere stato colpito da un’arma da fuoco nel corso delle proteste sociali in Cile, dove nelle ultime ore sono state arrestate 1.700 persone. Lo hanno riferito le autorità locali. L’episodio è avvenuto a Padre Hurtado de Melipilla, alla periferia della capitale Santiago. Il giovane è stato colpito al petto ed è morto a bordo del taxi che lo stava portando in ospedale. Nel frattempo resta alta la tensione sull’autostrada del Sol, dove all’altezza del casello di Melipilla i dimostranti hanno eretto dei blocchi. I Carabinieri hanno fatto sapere di aver tratto in arresto 1.706 persone in settimana, nove delle quali nella sola capitale nella giornata di ieri. Nello specifico, 1.547 manifestanti sono stati arrestati per aver violato il regime di quarantena sanitaria, altre 159 per violazione del coprifuoco. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE