MEDIO ORIENTE

 
 
 

Medio Oriente: Svizzera pronta a mediare fra israeliani e palestinesi

Berna, 02 lug 16:48 - (Agenzia Nova) - La Svizzera è preoccupata per il piano israeliano che prevede di annettere parti della Cisgiordania e non lo riconoscerà, ma è pronta a mediare nei colloqui fra le parti. Lo ha riferito il governo federale in un comunicato, secondo cui la presidente svizzera Simonetta Sommaruga ha tenuto dei colloqui telefonici con il presidente dell’Autorità nazionale palestinese (Anp), Mahmoud Abbas, il 29 giugno e il capo dello Stato israeliano, Reuven Rivlin, il 2 luglio. "Durante entrambe le chiamate, Sommaruga ha ribadito la volontà della Svizzera di contribuire alla ripresa dei colloqui tra Israele e l'Anp. La Svizzera è lieta di offrire i suoi buoni uffici", si legge nel comunicato stampa. Nella nota si legge che Sommaruga ha detto a Rivlin che un'annessione di alcune parti della Cisgiordania sarebbe in contrasto con il diritto internazionale e avrebbe impedito la ripresa dei colloqui per risolvere il conflitto. La presidente elvetica "ha ribadito che il coinvolgimento della Svizzera negli sforzi per una pace equa e duratura tra israeliani e palestinesi si basa sulla soluzione dei due Stati che poggia sul diritto internazionale e sulle corrispondenti risoluzioni delle Nazioni Unite”. Sommaruga “ha dichiarato che la Svizzera non avrebbe riconosciuto alcun cambiamento che non sia frutto del risultato di un accordo negoziato tra le parti", ha aggiunto il comunicato. (Geb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE