USA

 
 
 

Usa: coronavirus, Pence rinvia visita in Arizona dopo contagio agenti dei servizi

New York, 03 lug 10:31 - (Agenzia Nova) - Il vicepresidente degli Stati Uniti, Mike Pence, ha dovuto rinviare un viaggio in Arizona in programma ieri dopo che agenti dei servizi segreti inviati in loco per preparare la visita sono risultati positivi al coronavirus. Lo riporta il “Washington Post” citando fonti nell’amministrazione del presidente Donald Trump. In Arizona si è assistito negli ultimi giorni a un nuovo picco di contagi, 3.333 nella sola giornata di ieri e 87.495 in totale. Il governatore repubblicano Doug Ducey ha ordinato la chiusura di bar, palestre e cinema. Pence avrebbe dovuto recarsi a Tucson per un evento di campagna elettorale intitolato “Fede nell’America” e successivamente a Yuma con lo stesso Ducey. Il numero due della Casa Bianca ha invece optato per una visita più breve a Phoenix, in Texas, dove ha partecipato a un briefing sulla situazione sanitaria all’Aeroporto internazionale Sky Harbor. La visita in Arizona era inizialmente in programma mercoledì, ma era stata posticipata dopo che almeno un agente inviato sul terreno era risultato positivo al test del coronavirus, mentre altri agenti e ufficiali federali avevano mostrato sintomi del contagio. Secondo le fonti del “Washington Post”, in totale si sarebbero ammalati almeno otto agenti su dieci. Un simile episodio era accaduto lo scorso 20 giugno, quando tre agenti dei servizi di sicurezza di Trump erano risultati positivi al test a poche ore dal comizio del presidente statunitense a Tulsa, Oklahoma. (Nys)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE