CREDITO

 
 
 

Credito: Morganti (Intesa Sanpaolo), con Fund for Impact 1,25 miliardi prestiti a primi esclusi

Roma, 02 lug 20:11 - (Agenzia Nova) - Gli ambiti di applicazione del Fund for Impact di Intesa Sanpaolo sono vastissimi, e per questo è stato necessario dotarlo di 250 milioni iniziali di consistenza, pari allo 0,5 per cento del patrimonio del Gruppo: ciò ci consentirà di fare fino a 1,25 miliardi di prestiti ai primi esclusi. Lo ha dichiarato Marco Morganti, responsabile della direzione Impact di Intesa Sanpaolo, che nel corso della presentazione del Rapporto sulla sussidiarietà 2019-2020 realizzato dalla Fondazione per la sussidiarietà, e dedicato ad approfondire le dinamiche più rilevanti in atto nel panorama della finanza europea e italiana in riferimento all’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, ha esposto il caso del Fund for Impact istituito dalla banca. “La prima operazione del nuovo corso è stata rivolta agli studenti universitari italiani, basta che siano iscritti e che dal momento in cui ricevono il credito mantengano un ritmo regolare gli studi, dando gli esami previsti dal piano: le operazioni dei prossimi mesi riguarderanno le madri lavoratrici e i lavoratori che hanno perso il posto e non ancora maturato i requisiti pensionistici”, ha spiegato, sottolineando che “quella di Prossima di Intesa Sanpaolo è una rivoluzione del modo di fare banca”. Un grande istituto, ha spiegato Morganti, crea impatto in ogni sua attività, ma sa che la società l’attende alla prova della capacità di aprirsi a coloro che si trovano fuori dal cerchio, quei primi esclusi a cui più serve e meno viene dato il credito. “Un wider circle in cui troviamo persone, famiglie, imprese nella necessità di credito per superare una difficoltà, progettare il futuro e diventare domani accettate e ambite dalle banche”, ha concluso. (Rin)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE