HONG KONG

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Hong Kong: legge sicurezza, raccolte oltre 1,65 milioni di firme contro ingerenze Usa e di altri paesi

Pechino, 02 lug 16:17 - (Agenzia Nova) - Le firme di oltre 1,65 milioni di residenti di Hong Kong sono state presentate oggi al Consolato generale degli Stati Uniti in città per esprimere contrarietà "alle interferenze" da parte degli Usa e di altre forze straniere negli affari interni della Cina, compresi quelli dell'ex colonia britannica. Lo riferisce il quotidiano cinese "Global Times". Le firme sono state raccolte nel quadro di una campagna che l'Alleanza di Hong Kong per la legislazione sulla sicurezza nazionale, un'organizzazione politica locale, ha lanciato il 23 giugno scorso. La petizione è stata presentata da rappresentanti dell'Alleanza tra cui Frankie Ngan Man-yu e Brave Chan Yung, rispettivamente vicesegretario e vicepresidente dell'Alleanza democratica per il miglioramento e il progresso di Hong Kong, e Stanley Ng Chau-pei, presidente della Federazione dei sindacati di Hong Kong. Secondo Chan, "i politici statunitensi non sono cittadini cinesi, figuriamoci cittadini di Hong Kong, e quindi non hanno il diritto di interferire nei nostri affari". Alcuni residenti hanno anche esposto striscioni di fronte al consolato. "Siamo contrari alle ingerenze statunitensi e straniere negli affari interni della Cina", hanno detto i manifestanti affermando il loro sostegno alla legge in questione. La campagna di firme online, che si è conclusa oggi, esorta gli Stati Uniti e altri paesi occidentali a "interrompere immediatamente il loro intervento e cessare tutte le sanzioni e le intimidazioni contro Hong Kong". (segue) (Cip)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE