ENERGIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Energia: Libia, la Turchia pronta a fornire 1.000 megawatt di elettricità con centrali galleggianti (5)

Ankara, 30 giu 14:25 - (Agenzia Nova) - Se l’edificazione di nuove centrali richiede tuttavia una lunga attesa prima della loro entrata in attività, l’adozione di navi-centrale è una soluzione che trova quasi immediata applicazione. Il presidente della Karadeniz ha sottolineato in un’intervista al “Daily Sabah” la semplicità del principio di conversione di una nave mercantile in una centrale elettrica galleggiante che - una volta pronta - in al massimo due mesi può raggiungere qualsiasi destinazione ed essere collegata alla rete elettrica fornendo una fonte ininterrotta di corrente. Secondo il presidente Harezi, un ulteriore punto di forza della Karadeniz è il fatto che la società investe “in un rischio calcolato” nella costruzione di centrali galleggianti prima della firma di un accordo (attualmente sei sono in cantiere in attesa di essere ultimate), riducendo i tempi di costruzione dai 18 mesi necessari per una nave ex novo ai sei che servono a una conversione a centrale di un’imbarcazione preesistente. Harezi ha infine definito “barriera psicologica” la convinzione che una centrale elettrica galleggiante sia un palliativo temporaneo, affermando invece che questa possa restare operativa anche per 25 anni. Esempio della longevità di queste centrali sono le due in funzione di fronte alle coste del Libano ormai dal 2013: la MV Karadeniz Powership Fatmagul Sultan e la MV Karadeniz Powership Orhan Bey, entrambe equipaggiate con undici generatori elettrici e quattro trasformatori per una capacità di 202 megawatt cadauna prodotti con sistema misto gas e olio combustibile. (segue) (Tua)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE