GERMANIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Germania: scandalo Wirecard, ex Ad Braun libero su cauzione (2)

Berlino, 23 giu 2020 19:27 - (Agenzia Nova) - Il Bafin e il suo presidente, Felix Hufeld, sono accusati di non aver esercitato il proprio controllo sulla società. Contro Hufeld, che ha definito il caso Wirecard “uno scandalo”, si è scagliata Katja Hessel, deputata del Partito liberaldemocratico e presidente della commissione Finanze del Bundestag. “Se il presidente del Bafin parla di uno scandalo, questo deve avere conseguenze anche per la sua autorità”. La Sinistra è andata ancora oltre, con il vice capogruppo Fabio de Masi che ha dichiarato come, nella vicenda Wirecard, si debbano “valutare anche le conseguenze per il personale alla guida del Bafin”. Intanto, lo scandalo Wirecard potrebbe portare ad almeno un altro arresto dopo quello di Braun. Alla domanda se Jan Marsalek, già membro del consiglio di amministrazione della società, sia destinatario di un mandato di cattura, Leiding ha risposto: “Non posso né confermare né smentire”. Responsabile per la gestione ordinaria di Wirecard fino al recente licenziamento da parte del consiglio di vigilanza, Marsalek era considerato il braccio destro di Braun, . Con Braun e Marsalek sono indagati altri due membri del consiglio di amministrazione di Wirecard. (Geb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE