GIAPPONE

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Giappone: spesa famiglie segna la peggior contrazione degli ultimi 19 anni (5)

Tokyo, 05 giu 07:11 - (Agenzia Nova) - Nel corso dell’intervista, Suga affermava che la gestione dell’emergenza sanitaria aveva insegnato alle istituzioni giapponesi una dolorosa lezione in merito ai limiti della gestione burocratica a compartimenti, ed alle vulnerabilità di un apparato produttivo industriale troppo dipendente dalle catene di approvvigionamento internazionali, specie per quanto riguarda forniture essenziali come farmaci e materiale sanitario. Quanto allo stato delle relazioni con la Cina, Suga aveva sibillinamente citato l’importanza di un rapporto di “franchezza” tra Tokyo e Pechino per la sicurezza regionale e globale . Il segnale forse ancor più esplicito del cambio di rotta intrapreso dal Giappone sul fronte economico è giunto però con il primo pacchetto emergenziale da 240 miliardi di yen (2,2 miliardi di dollari) stanziato dal governo giapponese all’inizio del mese di aprile, per gestire le ricadute economiche della crisi. Tra le principali finalità del provvedimento figura infatti la rilocazione sul territorio nazionale della capacità produttiva trasferita dalle aziende giapponesi in Cina, o la distribuzione di stabilimenti e linee di produzione giapponesi dalla Cina a una molteplicità di altri paesi del Sud-est asiatico, così da limitare i fattori di rischio geografici e sistemici che gravano sulle catene di fornitura. (segue) (Git)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE