GIAPPONE

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Giappone: spesa famiglie segna la peggior contrazione degli ultimi 19 anni (6)

Tokyo, 05 giu 07:11 - (Agenzia Nova) - Questi ed altri segnali provenienti da Tokyo hanno innescato un acceso dibattito nel mondo politico cinese. A Zhongnanhai, quartiere di Pechino dove sono concentrati gli uffici dei vertici dello Stato cinese e delle sue principali agenzie, “regna ora una seria preoccupazione in merito al ritiro delle aziende straniere dalla Cina”, secondo fonti economiche citate dalla stampa giapponese. Le misure emergenziali adottate da Tokyo per il riequilibrio delle catene di fornitura sono state citate apertamente nei dibattiti dei decisori politici cinesi, che sino a pochi mesi fa guardavano ancora con fiducia alla prospettiva di una “nuova era” nelle relazioni sino-cinesi. Hanno suscitato preoccupazione a Pechino anche i resoconti di un incontro tenuto il 5 maggio scorso dal premier giapponese, Shinzo Abe, e da influenti figure della grande imprenditoria giapponese, incluso Hiroaki Nakanishi, attuale presidente della Japan Business Federation (Keidanren). In quell’occasione, Abe ha sottolineato che “a causa del coronavirus, meno prodotti giungono dalla Cina al Giappone”; ed ha aggiunto che “la gente è preoccupata per la tenuta delle nostre catene di forniture”. (segue) (Git)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE