INDONESIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Indonesia: Giacarta ricorre all’Onu contro rivendicazioni territoriali di Pechino (9)

Giacarta, 05 giu 06:41 - (Agenzia Nova) - Lo stabilimento di basi fisse nel Mar Cinese Meridionale non costituisce un imperativo della dottrina navale statunitense, che tende anzi ad evitare lo stabilimento di basi fisse nelle aree più turbolente del globo, in virtù del principio “places, not bases”. Sul piano operativo, dunque, gli Stati Uniti paiono interessati ad ottenere un accesso ancor più libero e frequente delle loro navi militari a ai porti vietnamiti, anziché la concessione in leasing di una base logistica fissa. Al di là degli imperativi di carattere operativo, però, una presenza fissa degli Stati Uniti nel Mar Cinese Meridionale costituirebbe un chiaro deterrente politico nei confronti della Cina, che negli scorsi anni ha realizzato avamposti aerei e navali presso gli atolli di Paracel e Spratly, installandovi anche batterie missilistiche antiaeree e antinave. Sul piano strategico, sin dall’amministrazione del presidente Barack Obama, Vietnam e Stati Uniti hanno condotto a più riprese colloqui esplorativi per elevare lo stato delle relazioni bilaterali al livello di partenariato strategico. Diversi analisti, vietnamiti e internazionali, sostengono che le minacce alla sovranità marittima del Vietnam, le dispute territoriali e il contrasto attivo alle attività petrolifere vietnamite da parte della Cina, rispondano alla fattispecie delle “circostanze e condizioni specifiche” previste dal Libro bianco della difesa, come condizione per lo sviluppo di relazioni militari e difensive con paesi terzi. (Fim)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE