SUD-EST ASIATICO

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Sud-est asiatico: alimenti e medicine hanno sostenuto l’export durante la pandemia

Singapore, 05 giu 05:56 - (Agenzia Nova) - Le esportazioni in uscita dagli hub del Sud-est asiatico di Thailandia e Singapore hanno retto meglio del previsto alla battuta d’arresto globale causata dalla pandemia di coronavirus, grazie alla domanda di generi essenziali quali alimenti e medicinali. Le esportazioni di Singapore, escluse quelle petrolifere, sono aumentate addirittura del 9,7 per cento annuo nel mese di aprile, registrando il terzo incremento mensile consecutivo nel pieno della crisi pandemica. L’aumento è dovuto principalmente al boom delle esportazioni di farmaci: più 170 per cento su base annua. Le esportazioni verso le economie sviluppate hanno registrato gli aumenti maggiori: sono aumentate ad esempio di 10 volte quelle dirette al Giappone, e più che quintuplicate quelle verso l’Unione europea. Le esportazioni di generi alimentari da parte di Singapore sono aumentate del 66 per cento. La Thailandia ha visto aumentare le proprie esportazioni di riso e frutta, rispettivamente del 23 e del 3 per cento. In aumento anche le spedizioni di prodotti ittici, frumento e mangimi per bestiame. Le esportazioni di apparecchi medicali e farmaci sono aumentate del 9 e del 13 per cento, contribuendo a un aumento complessivo dell’export thailandese del 2,1 per cento nel mese di aprile. Non è chiaro però se la regione potrà mantenere questi ritmi di crescita, considerata anche la battuta d’arresto nelle esportazioni di componenti elettroniche e automobili. (segue) (Fim)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE